Reiki e Sanità

La diffusione di Reiki in ambito sanitario

Reiki: disciplina complementare

Sarebbe auspicabile, per il massimo bene dell'essere umano, che si diffondesse l'attitudine ad integrare le ottime tecniche mediche raggiunte nel progresso con gli strumenti offerti dal mondo olistico, in cui la persona è vista nella sua totalità e il benessere il risultato di una considerazione a 360° del concetto di "salute". Troppo spesso le discipline olistiche sono definite come "alternative”. Questo può generare erroneamente l'idea che tali metodi siano da sostituirsi alle tecniche occidentali comunemente riconosciute. Un approccio simile crea scetticismo e una inevitabile divisione che riteniamo senza motivo. In Accademia vi è la convinzione che sia buon senso integrare le conoscenze di diversa origine in modo che ogni persona possa raggiungere nel miglior modo possibile e con la più alta efficacia il proprio benessere.

Per questo a nostro avviso Reiki è da considerarsi disciplina complementare che si affianca a qualsiasi altra cura, terapia si stia facendo, supportandola e aumentandone l’efficacia, permettendo un vero approccio olistico al benessere della persona.

 

Progetti realizzati dall'Accademia Superiore di Reiki in ambito sanitario

Sono ormai svariati anni che stiamo lavorando per proporre il Reiki come disciplina complementare in ambito sanitario, rivolta sia all'operatore sanitario ed infermieristico, che ai soggetti che necessitano di rimedi olistici o di percorsi energetici riequilibranti. 

Con questo obiettivo abbiamo progettato varie modalità di applicazione di questa meravigliosa disciplina, per renderla maggiormente fruibile ed utilizzabile anche nelle strutture socio-sanitarie e su più ampia scala, al fine di diffondere sempre di più l’utilizzo del Reiki in queste strutture.

Ad oggi, attraverso un duro lavoro ed un approccio corretto e professionale, abbiamo avuto l'opportunità di realizzare alcuni corsi e progetti di Reiki in ambito sanitario.

 

Volontariato proposto in Accademia

Vi sono molti modi per occuparsi degli altri ed ogni persona sviluppa questo desiderio in fasi diverse della vita, in funzione della sua evoluzione, dei suoi interessi, del suo carattere, eccetera. Ognuno, inoltre, quando si sente pronto, trova modi diversi di dedicarsi all’aiuto degli altri, in funzione di ciò che sente più affine a sé. 

La disciplina Reiki ci offre la possibilità di avere uno strumento efficace, flessibile e pratico, da poter usare per l'aiuto agli altri, supportando le persone vicino a noi o dedicandoci a vere e proprie attività di volontariato. Infatti, già con un primo livello di Reiki e un po' di pratica è possibile offrire il proprio tempo a coloro che necessitano di rimedi olistici o di percorsi energetici riequilibranti.